APE - ATTESTATO DI PRESTAZIONE ENERGETICA

www.ape-attestato-prestazione-energetica-certificato.it

ape attestato di prestazione energetica ex certificato energetico

Che cos'è l'Attestato di Prestazione Energetica?

L'Ape (attestato di prestazione energetica) è il risultato di una procedura di calcolo che permette di valutare il rendimento energetico di un edificio al fine di valutare quanta energia viene dispersa rispetto a quella che è stata utilizzata per tenere lo stesso in condizioni di comfort (DL 63/2013 CONVERTITO L. 90/2013).

Per calcolare il consumo energetico, il tecnico deve eseguire una diagnosi finalizzata alla determinazione delle caratteristiche d'utenza, climatiche, termo igrometriche, alle specifiche d'impianto per la produzione di acqua calda sanitaria, il raffrescamento, il riscaldamento degli ambienti e eventuali sistemi di produzione di energia rinnovabile.

L'attestato di prestazione energetica - Ape deve contenere anche i dati catastali dell'immobile Foglio - Particella e Subalterno. Nel caso di vendita o locazione i relativi annunci commerciali devono riportare l'Indice di prestazione energetica (Ipe) dell'involucro edilizio e la classe energetica corrispodente.

Il venditore o il locatore deve rendere disponibile all'acquirente o al conduttore l'attestato di prestazione energetica. In caso di vendita l'attestato dovrà essere consegnato all'acquirente, così come nel caso della locazione al conduttore.

Scarica il Facsimile dell'Attestato di Prestazione Energetica

Perchè sceglierci?

  • Ape attestato di prestazione energetica certificato è un organizzazione formata da liberi professionisti che regolarmente iscritti all'ordine professionale sono esperti nel settore del risparmio energetico;
  • Forniamo ai nostri clienti supporto prima, durante e dopo la redazione dell' ape;
  • Rispondiamo alle esigenze dei nostri clienti in modo sempre più tempestivo e adeguato;
  • Eseguiamo sempre il sopralluogo tecnico in loco.

Cosa comprende il nostro servizio?

  • Elaborazione della Certificazione APE ai sensi del D. Lgs 192/2005;
  • Deposito del certificato alla Regione;
  • Consegna rapida al cliente.

Si deve effettuare il sopralluogo per redigere un Ape?

Il sopralluogo consente di verificare lo stato dell’immobile e degli impianti, in assenza di un'ispezione fisica non possono chiaramente essere acquisite informazioni precise sulle dimensioni geometriche reali e sulle caratteristiche delle componenti.

La verifica sull’esistente è prescritta dalla metodologia, quindi non effettuare la verifica fisica coincide con la violazione metodologica.

Il certificatore che non esegue un sopralluogo, inoltre, risponde comunque delle incongruenze tra lo stato reale e quanto da lui certificato e sottoscritto con tutte le conseguenze legali, eventualmente anche penali, del caso.

Cosa facciamo dopo aver effetturato il sopralluogo?

Esempio pratico di calcolo per la redazione di un ape (Attestato di Prestazione Energetica ex Certificato Energetico) con Softwar della Termolog

Sostituire attestati redatti senza sopralluogo con errori di calcolo?

Premesso che la classe energetica è data dall'indice di prestazione energetica che  corrisponde all'energia totale consumata dall'edificio climatizzato per metro quadro di superficie ogni anno. La comprensione di questo valore non è semplice in quanto è dato da una completa procedura di calcolo.

Vedi anche: sanzioni al tecnico regione per regione.

Nel caso di attestati elaborati in assenza di sopralluogo e depositati o trasmessi alla Regione, per evitare problemi bisognerebbe incaricare un professionista che esegua tutte le analisi in fase di soprallugo riscontrando ad esempio:

caratteristiche termo igrometriche dell'appartamento, i consumi, la produzione di acqua calda, il raffrescamento, il riscaldamento degli ambienti, il tipo di impianto, eventuali sistemi di produzione di energia rinnovabile, infissi per tipologia per numero e dimensioni, struttura delle tamponature, orientamento, dimensioni dell'appartamento, ecc..

Per un nuovo certificato energetico in aggiornamento è sempre necessario provvedere alla sostituzione del vecchio certificato, al fine di evitare doppie certificazioni sul medesimo edificio.

In presenza di un vecchio attestato il certificatore incaricato può, nel caso, annullare o sostituirlo con uno nuovo aggiornato, allegandolo con una comunicazione scritta e timbrata, nella quale viene specificata la motivazione dell’errore.

Il vecchio documento viene archiviato per memoria e non ha più vigenza legale.

Vedi anche sanzioni al tecnico certificatore

Nuovo modello per la redazione dell'Ape

Con il decreto ministeriale del 26/06/2015 (pubblicato il 15/07/2015, s. o. n. 39, g. u. n° 162) dal 1° ottobre 2015 è entrato in vigore il nuovo modello su cui redigere gli attestati di prestazione energetica "ape ".

Vedi il Nuovo Modello "Ape" (Attestato di prestazione energetica).

Validità dell' Attestato di prestazione energetitca Ape?

Nel frontespizio dell’APE deve essere indicata la validità massima.

La validità massima è di 10 anni ed è legata alla presenza del libretto di caldaia o della centrale dell’impianto termico, nonché alla sua allegazione alla copia dell’APE da consegnare al proprietario/acquirente/locatario.

Nel Campo “Note” dell’APE, il Soggetto Certificatore dovrà specificare:

- di avere preso visione del libretto, riportando la data dell’ultima manutenzione della caldaia e del controllo dei fumi previsti per legge;

- che la validità dell' Ape è massimo di 10 anni è comunque subordinata al rispetto da parte del proprietario/inquilino/terzo responsabile delle disposizioni legislative di cui all’art. 6, c. 5 del D.lgs. n. 192/2005 e all’art. 6, commi 1, 2 e 3 del D.M. 26/6/2009, Ministero dello Sviluppo Economico (manutenzione periodica della caldaia e controllo dei fumi).

Nel caso di non disponibilità del libretto di caldaia/di centrale dell’impianto termico, ovvero nel caso in cui quest’ultimo non riportasse la data dell’ultima manutenzione e del controllo dei fumi previsti per legge, nel Campo “Note” dell’APE, il Soggetto Certificatore dovrà specificare:

1) l’impossibilità di avere preso visione e/o di avere ottenuto copia del libretto;

2) l’incompletezza e/o il non aggiornamento del libretto;

3) che la validità massima di 10 anni è legata:

• alla successiva allegazione all’APE in possesso del proprietario/ acquirente/locatario del libretto, opportunamente aggiornato dopo avere effettuato le operazioni di manutenzione della caldaia e di controllo dei fumi previsti per legge;

• al rispetto da parte del proprietario/inquilino/terzo responsabile delle disposizioni legislative di cui all’art. 6, c. 5 del D.lgs. n. 192/2005 e all’art. 6, commi 1, 2 e 3 del D.M. 26/6/2009, Ministero dello Sviluppo Economico (manutenzione periodica della caldaia e controllo dei fumi).

- che nel caso non venissero eseguite le operazioni di manutenzione e di controllo dei fumi previsti per legge, la validità dell’APE è limitata al 31 dicembre dell’anno successivo a quello del rilascio, intendendosi non soddisfatte le disposizioni legislative di cui all’art. 6, c. 5 del D.lgs. n. 192/2005 e all’art. 6, commi 1, 2 e 3 del D.M. 26/6/2009, Ministero dello Sviluppo Economico (manutenzione periodica della caldaia e controllo dei fumi).

Ricapitolando, la validità dell'attestato di prestazione energetica:

• dieci anni solo nel caso che sia allegato il libretto di caldaia o il libretto di centrale dell’impianto termico completi degli ultimi controlli tecnici previsti;
• 31 dicembre anno successivo a quello del rilascio dell’APE negli altri casi. Riferimenti catastali: • Devono essere sempre indicati; • devono coincidere con quelli riportati sul certificato catastale aggiornato; • Nel caso di edifici non accatastati, per esempio nuovi edifici, devono essere indicati altri dati identificativi dell’immobile (catasto terreni, via, località).

 

NOTIZIE IN PRIMO PIANO

Approvato il Regolamento Regione Lazio

01/10/2015 - Con il decreto ministeriale del 26/06/2015 (pubblicato il 15/07/2015, s. o. n. 39, g. u. n° 162) è entrato’ in vigore dal 1° ottobre 2015 anche il nuovo modello su cui redigere gli attestati di prestazione energetica “ape “.

Lavori di ristrutturazione o di riqualificazione l'Ape è ancora valido?

17/12/14 - L'attestato di prestazione enrgetica Ape va aggiornato in caso di lavori di riqualificazione o ristrutturazione che modificano la classe energetica dell'immobile,  ai sensi dell’ art. 6 del comma 4 del Decreto del Mi.S.E. del 26 giugno 2009 e l’art. 6 comma 5 D.L. 63/2013 (convertito in  L. 90 del  03 agosto 2013).

Copyright © 2015 www.ape-attestato-prestazione-energetica-certificato.it

Sitemap:

Creato il: [10-01-2015]. Registrato il: [10-01-2015]. Pubblicato il: [ 10-01-2015 ]. Modificato il: [ 13-02-2015 ] - Autore: [www.ape-attestato-prestazione-energetica-certificato.it]. Titolare del copyright: [www.ape-attestato-prestazione-energetica-certificato.it]. Limiti di utilizzo [ copyright e limiti di utilizzo delle risorse ]

Legislazione:
DIRITTO D'AUTORE: Art.2575 c.c - PLAGIO: art.168 e 156 art.158 e 163 della legge 633/41 - DIRITTO DI CITAZIONE: Articolo 70 della Legge sul Diritto d'Autore e Articolo 10 della Convenzione di Berna

CSS Valido!